In allegato Vi invio un articolo che ho scritto per "EX": agli abbonati il giornale arriverà nei prossimi giorni.

Ad oggi non ci sono notizie nuove (ufficiali) relative al decreto attuativo: il testo che conosciamo è "alla firma" del Ministro Sacconi, ma non sarebbe stato firmato.

Anzi, ci sarebbe un impegno del Ministro a non firmarlo prima di aver incontrato le associazioni di danneggiati.

L'incontro, ad oggi, non è stato fissato.

Unica segnalazione: l'associazione ANADMA onlus nel suo sito preannuncia una manifestazione di piazza a Roma per il 12 maggio, se prima di tale data non ci sarà stato il citato incontro.

So che diverse associazioni si stanno muovendo, scrivendo e telefonando, so di "canali aperti" con referenti istituzionali.

Personalmente ribadisco: la strada è in salita e i margini sono stretti. Non dobbiamo illuderci, e non dobbiamo illudere. Se però ci fosse una vera volontà politica, tutto diventerebbe possibile: una modifica del testo del decreto nel senso da noi auspicato oppure una "rassicurazione" scritta di una sua applicazione estensiva in relazione (almeno) ai prescritti oppure la previsione, con altra norma, di misure compensatorie per gli eventuali esclusi dalla transazione (prescritti e non ascrivibili). Tecnicamente si possono studiare varie soluzioni, ma alla base ci deve essere una volontà in tal senso. Non vorrei che si volesse nascondere una mancanza di volontà con "insuperabili ostacoli" giuridici. Io non appartengo al "partito" di chi ritiene la bozza di decreto immodificabile solo perchè il Consiglio di Stato ha dato un parere favorevole. Se necessario, si chiederà un secondo parere su una seconda bozza. Si perderà un mese, ma si avrà un decreto più equo. Se si vogliono seguire strade alternative, e cioè mandare avanti questo testo di decreto, e poi "risarcire" gli esclusi in altro modo, possiamo valutare, ma ritengo che tutto debba essere contestuale e ufficiale: su indicazioni orali non farei accordi di nessun tipo.

Nel salutarVi tutti cordialmente, Vi auguro una Buona Pasqua!
Avv. Marco Calandrino

ALLEGATO: ARTICOLO SU "EX"

Visualizza l'allegato

Per qualsiasi informazione o necessità contattaci.

+39 3756641339

Via del Campofiore, 102 – 50136 Firenze

Ultime comunicazioni

Iscriviti alla newsletter

© 2022 – A.T.E.. Tutti i diritti riservati.